Coaching

 “il coaching è l’arte di facilitare lo sviluppo, l’apprendimento e la performance di un altro”
   Myles Downey & Faculty

Noi con PCM, ci siamo resi conto che il coaching che portiamo avanti ha solitamente un impatto più profondo. Da all’individuo la possibilità di connettere in modo autentico con se stesso, di accettarsi con benevolenza e di dare una svolta alla sua vita, per viverla con successo e felicità.  PCM aiuta a scoprirsi, e a adottare uno stile di vita, uno mindset basato su un atteggiamento autentico win/win.

Fin dalla prima sessione, i nostri coachee sottolineano spesso l’impatto immediato della scoperta di sé attraverso PCM.

Intraprendere un percorso di coaching individuale significa andare alla scoperta di se stesso, delle proprie convinzioni e paure per liberarsi di ostacoli a volte ben radicati, osare nuovi comportamenti in sicurezza, sbagliarsi senza temere il giudizio, senza sentirsi svalorizzato.

Nella scatola degli strumenti del coach, il Process Communication è di grande aiuto per permettere al coach di sviluppare per se stesso le competenze legate ai 4 elementi dell’Intelligenza Emotiva:

    1. conoscenza e consapevolezza di sé
    2. gestione di sé
    3. conoscenze e consapevolezza dell’altro
    4. gestione della relazione

e di entrare in contatto con il coachee in modo adatto e generoso per aiutare ll coachee a comprendere il suo Inventario di Personalità PCM, specie di scatola nera di ciascuno di noi, e a riflettere sui propri comportamenti e sulle condizioni che gli permettono di essere efficace. 

Consapevole delle sue risorse, il coachee può allora elaborare un piano d’azione per raggiungere il suo obiettivo.  Con l’aiuto del coach, il coachee acquisirà una consapevolezza di sé diversa.  La scoperta di sé attraverso PCM è spesso un momento di grande impatto, consente di capire se stesso, di accettarsi e di comprendere come fare leva sulle proprie caratteristiche uniche e preferenze per creare successo e felicità. 

Con l’aiuto del coach, il coachee svilupperà la propria visione creativa del futuro, sarà motivato ed ispirato ad impegnarsi in quella visione e a gestirne il raggiungimento.

Diventando consapevole dei segnali di stress, del loro significato e dei bisogni da soddisfare attraverso l’uso di PCM, il coachee svilupperà un’agilità comportamentale, emotiva, comunicativa e relazionale al suo servizio, nel rispetto di sè e degli altri.

METODOLOGIA

Il coaching inizia con la compilazione di un questionario online che genera un Inventario di Personalità e un Report Personale PCM. 

Si tratta del punto di partenza sul quale costruire il percorso di coaching solitamente composto di 7 sessioni.

Punti di forza e di attenzione, stile di comunicazione e d’interazione preferito (e non), contesti preferiti, “motivatori” essenziali per ricaricare le batterie, segnali di stress a cui dover fare attenzione non avranno più segreti. 

ALCUNI DEI FEEDBACK DEI NOSTRI COACHEE

“Grazie a Carol e al Process Communication Model ho scoperto l’approccio più efficace per gestire la pressione lavorativa e interagire con successo. Un’esperienza formativa eccezionale!”

D. Moffa,
Team Leader, American Express

Carol ha dimostrato di essere una coach brillante, in grado di aiutarmi a mettere in evidenza problemi, trovare soluzioni o prendere decisioni, senza mai dare il suo giudizio personale.

Raffaella Bedetti,
Senior Manager American Express